logo_ANAMMI
"Un condominio efficiente comincia da te"

PIZZOTTI AMMINISTRAZIONE CONDOMINI di Francesca e Silvia Pizzotti

P.IVA: 02281260568​​


facebook
twitter
linkedin
logdef

A.N.AMM.I.

Associazione 
Nazional-europea 
AMMinistratori d'Immobili
logo_ANAMMI

A.N.AMM.I.

Via Monte Asolone 3 - Viterbo

Tel: 377.2576175 / 0761.303339

Mail: ​segreteria@studiopizzotti.it

Associazione 
Nazional-europea 
AMMinistratori d'Immobili

facebook
twitter
linkedin
LOGO-Pizzotti-ufficiale_1469201612314
LOGO-Pizzotti-ufficiale_1469201612314
LOGO-Pizzotti-ufficiale_1469201612314

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001

Studio Pizzotti - Blog

14/12/2015, 17:34

tabelle, millesimi, millesimali, 68, 69



Tabelle-millesimali


 Le tabelle millesimali esprimono il valore delle unità immobiliari



Le tabelle millesimali esprimono il valore delle unità immobiliari appartenenti a ciascun condominio in proporzione a quello dell’intero edificio. La loro unità di misura sono i millesimi. La loro principale funzione è quella di consentire una ripartizione proporzionale delle spese per la conservazione e l’utilizzo delle parti comuni. tutto quello che riguarda le tabelle millesimali è sancito dagli articoli 68, 69 delle disp. att. c.c. 
I Valori delle unità immobiliari riconducibili agli articoli menzionati nell’ art 68, possono essere modificati o rettificati all’unanimità. Ma questi valori possono essere modificati o rettificati (grazie all’art 69 disp. att.c.c.) anche nell’interesse di un solo condomino con la maggioranza prevista dall’articolo 1136 - 2° comma del codice, nei seguenti casi, quando:
  • risulta che sono conseguenza di un errore;
  • per le mutate condizioni di una parte dell’edificio, in conseguenza di sopraelevazione, di incremento di superfici o di incremento o diminuzione dell’ unità immobiliare anche di un solo condominio. In questo caso il costo è sostenuto interamente da chi ha dato luogo alla variazione
Il legislatore obbliga il condominio ad istituire un sistema di suddivisione delle spese necessarie alla manutenzione, alle modifiche e all’uso della cosa comune attraverso l’art. 1123 - 1° co. del c.c.: 
Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, per la prestazione dei servizi nell’interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.


1
Create a website